Chi siamo

L'associazione di ecologia e cultura di pace "Il Ramarro" nasce a Caltagirone nel luglio del 1990 con l'intento di promuovere la diffusione di una cultura dello sviluppo sostenibile e l'acquisizione di comportamenti a favore dell'ambiente, della pace, della solidarietà,  specialmente tra i giovani e i giovanissimi, nelle scuole e tra i gruppi socialmente organizzati.

Essa opera capillarmente nel comprensorio di Caltagirone (CT) ed in generale in tutta la zona meridionale dell'isola denominata Val di Noto.

Oltre alla preminente funzione culturale-educativa, l'associazione svolge anche un preciso ruolo di presenza e intervento per il monitoraggio e la salvaguardia del territorio ed in particolare di quelle parti di esso maggiormente esposte a rischio.

Tutti i soci, di cui diversi residenti in varie città italiane e d'Europa, prestano la loro opera a titolo esclusivamente volontario, apartitico, aconfessionale, interetnico. 

Il RAMARRO per statuto e per scelta convinta dei propri aderenti è apartitica e ritiene che la diversità di idee ed opinioni  siano una ricchezza ed un punto di riferimento per quanti  al di la delle proprie convinzioni politiche, vogliano contribuire concretamente a migliorare il il nostro piccolo pianeta TERRA.

Tra i principali obiettivi già avviati vi è il progetto OIKOS  per la realizzazione di un centro di studio e di didattica ambientale in località Renelle dove si dispone  di un terreno affidato dal Comune di Caltagirone nel 1993. Nelle vicine adiacenze (C.da La Grazia) è stato allestito un centro per il recupero delle "scuzzare" (testuggini).

L'ASSOCIAZIONE SI  PREFIGGE I SEGUENTI SCOPI:

  - Valorizzare il patrimonio ambientale

 - Promuovere l'agricoltura biologica e naturale e il consumo di alimenti integrali, biologici e macrobiotici

 - Sensibilizzare all'uso della bicicletta e dei mezzi pubblici

 - Realizzare incontri, convegni, iniziative, sulle principali tematiche ambientali, pacifiste, ed interetniche

 - Educare all'ambiente, alla pace, alla solidarietà,   attraverso proposte di didattica a supporto di scuole e gruppi

 - Operare concretamente per il recupero delle culture tradizionali locali e dell'artigianato

 - Sostenere, diffondere e praticare il riciclaggio dei rifiuti tramite la  raccolta  differenziata

 - Realizzare pubblicazioni, rassegne, mostre a carattere divulgativo su temi dell'ecologia, della pace, della solidarietà.

 - Compiere sistematiche operazioni di bonifica e tutela ambientale

 - Promuovere e praticare l'ecoturismo e la fruizione corretta dell'ambiente con funzione istruttiva e ricreativa

 - Promuovere  e sostenere la costituzione di gruppi e cooperative che si ispirino ai valori dell'associazione

 - organizzare gruppi  di Protezione Civile 

  • con l'iniziativa "Impariamo dal bosco", abbiamo contattato e accompagnato nel bosco migliaia di  studenti in incontri di carattere formativo
  • con l'iniziativa "A partire dal seme" abbiamo rilanciato la tradizione della "cuccìa" e dell'alimentazione naturale, biologica, integrale
  • abbiamo organizzato incontri, conferenze, convegni di orientamento su tematiche di ecologia, cultura, pacifismo, solidarietà.
  • abbiamo promosso la conoscenza e la fruizione ragionata del territorio promuovendo ogni  anno escursioni su percorsi alternativi
  • abbiamo inventato i "Campi del Sole Cocente": soggiorni internazionali di formazione ecologica in servizio volontario per la prevenzione antincendio e l'interscambio culturale. Trattasi di una operazione connotata anche da una forte valenza turistica
  • abbiamo realizzato un centro di recupero e ripopolamento per le testuggini delle specie protetta Testudo hermanni  che funziona presso la C.T.R. "La Grazia".
  • abbiamo ottenuto in comodato 20.le un terreno all'interno della R.N.O. di Santo Pietro (C.da Renelle) per farne una base di accoglienza delle attività a favore dell'ambiente ed un museo del bosco. Su questo terreno abbiamo avviato una operazione di restauro ambientale piantando essenze di macchia mediterranea (festa della Macchia Mediterranea) e abbiamo recuperato il vecchio pozzo secco e semidistrutto , trasformandolo in una cisterna da 30.000 l. d'acqua.
  • abbiamo restaurato (con finanziamento del comune di Caltagirone e della Comunità Europea ) il vecchi rudere esistente  per farne  una base di accoglienza per visite nel Bosco di Santo Pietro con annesso museo della Macchia Mediterranea.
  • da anni gestiamo un progetto di Lavori Socialmente Utili che vede impegnati  disoccupati in opere di restauro ed educazione ambientale
  • abbiamo partecipato a campagne internazionali per il rispetto e l''autodeterminazione dei popoli, ed insieme ad altre associazioni ci siamo attivati in aiuto di popolazioni in difficoltà inviando direttamente beni di prima necessità e somme di denaro
  • Abbiamo stipulato una convenzione con il Servizio Civile Nazionale che permette agli obiettori di coscienza di prestare servizio presso la nostra associazione

Per utilizzare al meglio questo sito web bisogna accettare l’utilizzo dei cookie
I cookie utilizzati su questo sito web servono per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico Cookie policy